Storia dell'anello nuziale

La fede è un cerchio perfetto, è fatta per non interrompersi mai. E' l'anello più prezioso della vita, lo stesso che fin dall'antichità ha celebrato il rito nunziale rappresentando amore e fedeltà. Si indossa all'anulare sinistro dove passa, secondo un'antica leggenda, la "Vena Amoris" collegata direttamente al cuore.

Rimasto immutato nei secoli il suo significato, l'anello nuziale si è semplicemente evoluto esteticamente secondo il gusto e la moda del tempo.

Oggi il legame tra le fedi e UNOAERRE è così forte e indissolubile da diventare il nuovo logo aziendale, dove è proprio un anello nuziale ad avvolgere il nome del più grande produttore orafo italiano. Ogni anno più di 200.000 unioni, in Italia, sono celebrate con le nostre fedi.

fedi unoaerre
UnoAErre

Storia dell'UnoAErre

Arezzo, 15 marzo 1926: la storia dell’oro si fonde con quella di Carlo Zucchi e Leopoldo Gori, i due “padri” della prima azienda orafa della città.

Il 2 aprile del 1934 ricevono il primo marchio della provincia che, per esteso, coinciderà con il nome della società: Uno A Erre Italia Spa. Una lunga tradizione di arte orafa ha consolidato un’Azienda nata pura come l’oro.

Negli anni successivi, varie generazioni di orafi, tecnici, maestri e artisti hanno costruito e sviluppato una realtà economica nel settore, ancora oggi unica al mondo. Non c’è praticamente paese, al mondo, dove non sia giunto un gioiello UNOAERRE e forse non c’è un operatore del settore che non conosca la Gori & Zucchi.

Da 80 anni UNOAERRE INDUSTRIES S.p.A. è conosciuta nel mercato della gioielleria come “l´azienda orafa di fiducia” e questo le ha permesso di diventare una delle principali realtà mondiali.

L'Azienda oggi

La UnoAErre è un’importante azienda orafa di Arezzo (non a caso uno dei poli italiani dell’Oro insieme a Valenza Po e Vicenza). Tale azienda costituisce il più grande produttore del settore orafo in Italia e uno dei maggiori del mondo.

I due fondatori ebbero l’intuizione, rivelatasi di successo, di portare i metodi di produzione industriali nel settore orafo, permettendo una riduzione del costo della manifattura sul prodotto finito.

Il personale impiegato si aggira, al giorno d’oggi, attorno alle 500 unità.Attualmente, è in progetto il trasferimento in un nuovo stabilimento alla periferia di Arezzo (il terzo trasferimento della storia della società), in congiunzione dell’attuazione di un piano industriale di rilancio.

Oggi l´Azienda vanta una distribuzione in oltre 30 Paesi nel mondo e filiali dirette in Francia e Giappone. In Italia sono circa 500 i Punti Vendita diretti con il supporto di un network di 150 distributori. Paese in cui risulta essere il marchio leader del mercato (oltre il 70%) delle Fedi nuziali.


Curiosità

Nella sede dell’azienda è stato creato un museo (Museo Aziendale Gori & Zucchi) con una sezione di “archeologia industriale orafa” (macchinari d’epoca) e un’esposizione dei principali gioielli che hanno segnato la produzione dell’azienda, compresi quelli realizzati in collaborazione con alcuni importanti artisti (come Salvatore Fiume, Pietro Cascella, Salvador Dalí o Giò Pomodoro).